raddrizzare-denti-storti-invisalign-sbiancamento-

Niente denti storti su Youtube

Regina è arrivata da noi con una richiesta ben precisa: “Voglio raddrizzare questi denti storti perché mi vergogno a sorridere mostrando i denti”. E ovviamente l’abbiamo accontentata!
Regina è una nostra paziente da circa 3 anni, lavora con la sua immagine e nell’intervista ci racconta come ha migliorato la propria salute dentale e soprattutto l’aspetto del suo sorriso grazie alle cure presso il nostro studio dentistico.

raddrizzare-denti-storti-invisalign-sbiancamento-

Da YouTube a un dentista a Pavia

Dottor Gola Dentista a Pavia: Ciao Regina, che ne dici di presentarti?

Regina: Buondì Doc e ciao a tutti! Sono Regina, ho 22 anni, sono originaria della provincia di Pavia e vivo fra l’Italia e la Francia. Sono una YouTuber (detto con la tipica pronuncia francese) e sul mio canale parlo di wedding planning. Ho iniziato nel 2014 facendo video in cui raccontavo per gioco i matrimoni ai quali venivo invitata, perché per una serie di coincidenze nel 2014 si sono sposati una decina di cugini e amici di famiglia. Il mio canale ha iniziato a generare visualizzazioni e dopo qualche anno è diventato il mio lavoro.

Dr. Gola: Sei una youtuber! Cosa ti ha portato nel nostro studio dentistico?

Regina: Finché per lavoro ti fai decine di selfie, con Photoshop è facile nascondere magagne come pelle grassa o denti storti o gialli. Le mie colleghe che vivono su Instagram fanno così (e alcune fanno davvero impazzire i fotografi). Ma quando come me lavori con i video “barare” diventa impossibile. I miei genitori sono originari di Casteggio e sono vostri pazienti da tantissimi anni. Quando ho iniziato a cercare un dentista, mi hanno consigliato di farmi curare dal loro dentista a Pavia piuttosto che lì in Francia dove vivo, e sono felice di avergli dato retta!

aligner-invisalign-raddrizzare-denti-storti

Invisalign: i denti storti si raddrizzano “per magia”

Dottor Gola Dentista a Pavia: Dopo l’ortopanoramica in effetti abbiamo notato che i denti erano “storti” per colpa di affollamento dentale all’arcata superiore e inferiore. Questo significa che i denti sono storti perché sono cresciuti troppo vicini, per colpa del poco spazio presente all’interno della bocca. Per curare la situazione dentale abbiamo proposto Invisalign a Regina.

Regina: Esatto: siccome ogni giorno sono in video, non volevo uno di quegli apparecchi fissi che ti fanno sembrare Ugly Betty. Invece Invisalign è effettivamente invisibile e in pochi mesi ho risolto il problema dei denti storti. Tornavo dal mio dentista a Pavia ogni 2 settimane per cambiare aligner e verificare che tutto stesse andando bene, e mascherina dopo mascherina si è compiuta la magia.

Dr. Gola: In effetti Invisalign spopola fra nuove e vecchie generazioni non solo perché è comodo da indossare, ma soprattutto perché ti consente di rimuoverlo per mangiare e per lavare i denti, inoltre dato che è invisibile non ha nessun impatto estetico e non inficia nemmeno l’articolazione della bocca per prounciare tutto correttamente. Anche a livello di terapia, effettivamente agisce in fretta.

raddrizzare denti storti invisalign ugly betty
Ugly Betty, ovvero come NON voleva diventare Regina

Lo sbiancamento dentale dopo Invisalign

Regina: Mi ricordo quando ho finito di raddrizzare i denti storti e usavo giusto la mascherina di mantenimento. Era appena finito l’inverno, già stavo pensando alla prossima stagione di matrimoni dato che la primavera era alle porte e mi trovavo nello studio del dentista a Pavia a chiacchierare con la Dott.ssa Stafforini quando mi è venuta l’idea: Dottoressa, ma posso anche sbiancare i denti oltre che raddrizzarli? Da lì abbiamo iniziato un nuovo percorso.

Dr. Gola: Si me lo ricordo che parlavate del matrimonio di Pippa Middleton, e io non sapevo neanche chi fosse… Comunque, dopo la fine della terapia con aligner Invisalign abbiamo effettuato durante la fase di mantenimento con retainer Invisalign, ovvero una mascherina che serve a mantenere la forma data alla bocca, consolidando la posizione di ogni dente. Durante quella fase Regina ha espresso il desiderio di sbiancare i denti con estetica dentale senza ricorrere alle faccette dentali vip. Lo sbiancare i denti è un trattamento di routine che eseguiamo spesso ormai e devo dire che, se associato a una buona igiene, offre ottimi risultati senza ricorrere al posizionamento delle faccette.

Regina: Si sono molto felice del risultato ottenuto, sia perché lì per lì anche solo alla prima applicazione si nota il risultato, sia perché sul medio-lungo periodo lo sbiancamento mi ha fatto ottenere un sorriso davvero perfetto. Oggi infatti quando torno a trovare i parenti passo prima ad effettuare la pulizia dei denti qui a Pavia e lo sbiancamento.

Nelle foto qui sotto si può osservare l’efficacia dello sbiancamento dentale sui denti di un’altra paziente (per privacy non mostriamo i denti di Regina)

 

invisalign-raddrizzare-denti-storti-sbiancamento-denti

Grazie Regina per la tua testimonianza e a presto con una nuova intervista.

Se vuoi approfondire l’argomento faccette dentali puoi anche leggere l’approfondimento su faccette dentali provvisorie e faccette dentali definitive.

Se vuoi puoi anche leggere maggiori informazioni sul Dottor Gola Dentista a Pavia e sullo staff del nostro studio dentistico, e se sei interessato ricorda che la prima visita dal dentista è gratuita!

Implantologia-dentale-vantaggi-e-controindicazioni-studio-dentistico-dottor-gola-1

Implantologia dentale: vantaggi e controindicazioni

L’implantologia dentale ci viene incontro quando la salute dei denti è compromessa. Se non ci prendiamo cura dei nostri denti, le situazione degenera portandoci ad attraversare tante difficoltà nella vita di ogni giorno: non siamo più sicuri del nostro sorriso e magari tendiamo a nasconderlo portando una mano alla bocca, oppure masticare qualunque tipo di alimento solido diventa una sfida faticosa.

Se abbiamo perso dei denti definitivi la soluzione migliore è rappresentata dalle moderne tecniche dell’implantologia dentale. Infatti, grazie a nuove soluzioni in ambito di anestesia e di materiali protesici, sono molti gli aspetti positivi per prediligere l’implantologia dentale.

Implantologia-dentale-vantaggi-e-controindicazioni-studio-dentistico-dottor-gola-5

L’implantologia dentale non mina la salute dei denti già presenti

La protesi che il dentista installa nel cavo orale del paziente è un elemento autoportante. Nel gergo dell’implantologia dentale vuol dire che l’impianto non fa leva sugli altri denti definitivi presenti nella bocca, questo perchè viene installato nelle ossa mascellari tramite viti in titanio.

La situazione inversa si ha nel caso dei ponti che per essere sostenuti  necessitano del supporto dei denti adiacenti: infatti per dare la forma adatta a sostenere il ponte occorre limare e a volte devitalizzare questi elementi. Nel caso si tratti di denti sani viene creato un danno biologico irreversibile.

L’implantologia dentale offre soluzioni di durata notevole

Quando ci si sottopone a uno o più interventi chirurgici ci si aspetta che i risultati siano definitivi. L’implantologia dentale realizza tutto ciò e, se il paziente segue tutte le indicazioni del dentista, la protesi dura decenni.

Oltre alle visite di controllo il paziente deve avere cura dell’impianto sottoponendosi regolarmente a sedute di igiene orale professionale.

Implantologia-dentale-vantaggi-e-controindicazioni-studio-dentistico-dottor-gola-3

L’implantologia dentale evita il riassorbimento osseo

La struttura ossea che si trova intorno alla radice del dente ha una natura molto differente dalle altre ossa presenti nel nostro corpo. Qualora manchi il dente, questa impalcatura tende a riassorbirsi.

L’implantologia dentale evita il progredire di tale alterazione perchè le viti su cui si imperniano le protesi fungono da radici dei denti. Bisogna subito provvedere contro il riassorbimento osseo perchè può portare a serie complicazioni andando ad inficiare la corretta masticazione e articolazione della bocca.

L’implantologia dentale ridà confidenza

L’implantologia dentale non solo ridà confidenza da un punto di vista sociale facendoti mostrare il tuo miglior sorriso, ma ti permette di poter contare su denti solidi che non percepirai mai come un corpo estraneo.

Anche nei casi di edentulia totale, ossia assenza di tutti i denti, l’implantologia dentale funziona facendoti tornare ad essere sereno da ogni punto di vista.

Implantologia-dentale-vantaggi-e-controindicazioni-studio-dentistico-dottor-gola-2

L’implantologia dentale ha tempi brevi

L’implantologia dentale a carico immediato ha tempistiche incredibilmente brevi rispetto ad altri interventi: in appena 24-72 ore il paziente ha dei denti nuovi da poter utilizzare nella quotidianità.

Grazie all’avanzamento nella ricerca medica il dolore percepito è minimo rispetto al passato:

  • L’implantologia transmucosa, anche detta flapless, permette al dentista di effettuare un buco direttamente sulla gengiva per poi avvitare direttamente l’impianto nell’osso. Quindi con un intervento chirurgico molto meno traumatico.
  • La sedazione cosciente rilassa il paziente senza addormentarlo: diviene così un paziente collaborativo che non soffrirà dolore durante l’operazione.
Implantologia-dentale-vantaggi-e-controindicazioni-studio-dentistico-dottor-gola-34

Implantologia dentale: controindicazioni

Generalmente l’implantologia dentale e le operazioni di chirurgia che la accompagnano sono ben tollerate dalla maggior parte dei pazienti. Tuttavia vi sono dei casi in cui occorre particolare attenzione da parte del dentista, poichè si trova di fronte a quadri clinici delicati. Ricordati di rivolgiterti sempre a professionisti precisi e affidabili come il tuo dentista a Pavia:

  • soggetti cardiopatici
  • soggetti oncologici
  • soggetti che presentano patologie ossee
  • soggetti affetti patologie immunitarie
  • soggetti diabetici
  • soggetti in età di sviluppo

Leggi anche l’articolo: Implantologia dentale: materiali e metodi.

implantologia-dentale-materiali-e-metodi-studio-dentistico-dottor-gola-3

Implantologia dentale: materiali e metodi

Per implantologia dentale si intende l’inserimento chirurgico di viti metalliche in titanio nell’osso mandibolare o mascellare di un paziente: lo scopo è quello di riprodurre la radice naturale di un dente, permettendo la riabilitazione funzionale di eventuali edentulismi totali o parziali.

La condizione per poter inserire gli impianti nell’arcata mandibolare o mascellare è che ci sia una quantità e una qualità di osso adeguata che permetta il realizzarsi di quel fenomeno chiamato osteointegrazione. Questa consiste nella produzione di nuovo osso che avvolge la vite in titanio, la cui superficie è stata opportunamente trattata, e la rende un tutt’uno con l’osso circostante.

Nei casi in cui non sia presente una quantità di osso adeguata si ricorre alle metodiche di rigenerazione ossea. Infatti è possibile utilizzare osso proveniente dal paziente stesso (autologo), da cadavere (omologo), o da animali (eterologo) oppure con tessuti ossei di sintesi (alloplastici) come l’idrossiapatite, i fosfati di calcio e l’acido polilattico. Il materiale migliore che può essere utilizzato è l’osso proveniente dal paziente stesso sia in forma particolata (piccoli pezzetti), sia in forma di blocchetti (a seconda delle dimensioni del difetto da riempire).

Si può poi utilizzare anche osso di cadavere o di animale, previa sterilizzazione, che in questo caso hanno la funzione di riempitivo: vanno a creare una struttura tridimensionale che favorisce la colonizzazione delle cellule ossee dell’ospite dando luogo alla formazione di nuovo osso.

Quando si devono inserire impianti nell’arcata superiore nella zona dei molari si ricorre ad una tecnica di rigenerazione chiamata rialzo del seno mascellare. Questa tecnica prevede l’incremento osseo mediante l’inserimento di derivati ossei in forma particolata (autologo o di sintesi) nella cavità del seno mascellare, ovvero tra il pavimento del medesimo e la membrana interna che lo riveste.

L’impianto può essere inserito subito dopo l’estrazione dentale (impianto postestrattivo) e tale metodica prevede che si abbia una buona stabilità primaria. Il carico dell’impianto, ossia il momento in cui si installano i “denti nuovi”, può essere immediato oppure differito.

L’implantologia dentale ha un ventaglio di applicazioni molto vasto spaziando da interventi dettati da una volontà prettamente estetica del paziente di voler correggere degli inestetismi, a ricostruzioni a seguito di traumi come ad esempio fratture mascellari.

Chiaramente il dentista deve avere conoscenze profonde nella parodontologia per seguire nel tempo il condizionamento dei tessuti molli intorno all’impianto installato e garantire una perfetta stabilità ai “nuovi denti“.

implantologia-dentale-materiali-e-metodi-studio-dentistico-dottor-gola-6

Implantologia dentale: mimetismo e armonia

Il dentista valuta lo stato della salute del cavo orale del paziente e decide come procedere per eseguire l’intervento di implantologia dentale nel modo migliore possibile. Per operare al meglio il professionista si basa principalmente su parametri legati al mimetismo: ciò significa che il nuovo impianto deve essere perfettamente identico ai denti già esistenti, diventando indistinguibile.

La valutazione preliminare dell’implantologia dentale tiene conto quindi anche della forma dei denti posizionati in prossimità della protesi, del loro colore, della dimensione e di come sono integrati nei tessuti molli. Ad oggi vi è sempre una maggiore richiesta di interventi di implantologia dentale, pertanto sono state aggiornate le linee guida e i protocolli operativi a cui il dentista si deve attenere.

In tal modo si tutela il paziente che vuole raggiungere un certo risultato riabilitativo e/o estetico.

implantologia-dentale-materiali-e-metodi-studio-dentistico-dottor-gola-2

Implantologia dentale: operazioni preliminari

Durante la prima visita gratuita il dentista effettua un’accurata analisi della storia clinica pregressa, nonchè delle attuali condizioni del cavo orale del paziente.

Per avere un quadro completo il medico si avvale di indagini strumentali come la panoramica o la tc cone beam. L’esame clinico associato agli esami strumentali ci permettono di fare una accurata diagnosi sulla qualità e quantità dell’osso, sulle condizioni parodontali, sulle condizioni generali del paziente e dell’apparato stomatognatico.

Suddetto intervento diagnostico è fondamentale perchè, per esempio qualora le gengive e il parodonto siano compromessi da processi infettivi, occorre effettuare una terapia preventiva attraverso sedute di igiene orale professionale.

implantologia-dentale-materiali-e-metodi-studio-dentistico-dottor-gola-3

Implantologia dentale: stesura del piano clinico di trattamento

Il paziente che necessita di un intervento di implantologia dentale si presenta nello studio in condizioni variabili: può avere uno o più denti compromessi che devono essere estratti oppure può essere edentulo. La riabilitazione può quindi riguardare uno o più denti fino ad interessare una o entrambe le arcate.

Quando il dentista elabora il piano clinico di trattamento tiene conto di svariati elementi:

  • Valutazione quantità e qualità dell’osso
  • Valutazione del rapporto dento-labiale che consiste nel misurare non solo l’esposizione gengivale quando il paziente sorride, ma anche la distanza tra labbro e denti.
  • Analisi tramite radiografia dei picchi ossei interdentali.
  • Individuazione del biotipo gengivale tenendo in considerazione forma e misure delle papille interdentali e stato di cheratinizzazione del parodonto.
  • Variazioni di cromie date da protesi già presenti nel cavo orale del paziente.

Lo studio del caso passa anche attraverso il confezionamento di protesi o mascherine provvisorie che applicate al paziente possano rilevare difetti estetici, funzionali o di fonazione i quali devono essere conosciuti ed eventualmente corretti prima del posizionamento degli impianti.

La preparazione per l’intervento di implantologia dentale in alcuni casi prevede anche la realizzazione di una dima chirurgica che permette la massima precisione per il posizionamento delle viti che sosterranno le protesi. Tutto questo rappresenta il percorso da seguire nello scegliere il numero e la posizione migliore degli impianti da inserire.

Oltre alla evidenza oggettiva del quadro clinico, il dentista pone particolare cura nel dialogo col paziente per comprendere cosa vuole ottenere tramite l’implantologia dentale e per prepararlo su cosa si deve aspettare nelle varie fasi terapeutiche.

implantologia-dentale-materiali-e-metodi-studio-dentistico-dottor-gola-5

Implantologia dentale: l’intervento

Quando si arriva al giorno dell’intervento di implantologia dentale si è ormai deciso praticamente tutto: tipo di protesi, dimensione e posizione delle viti, se è necessario un intervento di rigenerazione ossea, quando e come caricare gli impianti. Infatti meno sono gli imprevisti più è predicibile il risultato.

L’intervento di chirurgia di posizionamento della vite nell’osso si articola in più fasi: dopo aver effettuato l’anestesia viene effettuata l’incisione della mucosa che permette di accedere all’osso, vengono poi utilizzate una serie di frese calibrate a diametro crescente fino al raggiungimento del diametro desiderato ed infine avviene l’inserimento della vite che, una volta posizionata, deve avere una buona stabilità.

Implantologia dentale: decorso post-operatorio

Il decorso post-operatorio dell’implantologia dentale può presentare le medesime conseguenze di qualsiasi intervento chirurgico rappresentate da tumefazione, sanguinamento e lieve dolenzia. Tuttavia, tendenzialmente, sono interventi che non hanno decorsi importanti.

L’integrazione degli impianti avviene in circa 5 mesi per il mascellare superiore e in circa tre mesi per la mandibola. Durante questo periodo, il paziente viene tenuto sotto controllo con visite e controlli radiografici con cadenza mensile in modo da valutare la corretta osteointegrazione.

implantologia-dentale-materiali-e-metodi-studio-dentistico-dottor-gola-1

Implantologia dentale: conclusioni

Ogni singolo ingranaggio del sistema terapeutico è più che mai importante nell’implantologia dentale ed occorre la massima professionalità come quella del tuo dentista a Pavia:

  • La pianificazione precedente l’operazione permette di intercettare tutte quelle complicazioni cliniche che potrebbero insorgere.
  • L’operatività deve rispettare i tempi di guarigione dei tessuti parodontali: affrettare o posticipare gli interventi può provocare danni seri alla salute del paziente.
  • Il percorso finale serve a monitorare le condizioni del cavo orale del paziente e di correggere il tiro qualora necessario.

Leggi anche l’articolo: Faccette dentali provvisorie e faccette dentali definitive.

Faccette-dentali-provvisorie-e-faccette-dentali-definitive-studio-dentistico-dottor-gola-2

Faccette dentali provvisorie e faccette dentali definitive

Le faccette dentali sono una terapia odontoiatrica per far ritrovare il sorriso perfetto a chiunque. Nei rapporti sociali la bocca è veicolo di comunicazione e averla al top rappresenta il modo migliore per interagire con gli altri.

Le faccette dentali risolvono in maniera definitiva gli inestetismi dei denti quali disallineamento, dimensioni diverse e colori dello smalto differenti. Il procedimento dell’applicazione di queste protesi in ceramica include diverse fasi che si eseguono in più appuntamenti.

Faccette-dentali-provvisorie-e-faccette-dentali-definitive-studio-dentistico-dottor-gola-1

Preparazione per le faccette dentali

La preparazione del cavo orale viene effettuata rimuovendo uno strato di smalto dentale molto sottile: pari a pochi decimi di millimetro. Questo primo step, anche detto limatura, viene effettuato sotto anestesia e l’odontoiatra utilizza frese con punte dalla dimensione diversa e graduale. In tal modo il dentista riesce a misurare di quanto sta riducendo lo smalto.

La limatura può essere più o meno accentuata e varia in base alla forma e all’inclinazione a cui si punta come obiettivo finale. Il dentista si regola comunque su un risultato equilibrato dove la calibrazione non incide nè in maniera eccessiva, nè in maniera superficiale: si tende a provare a preservare più smalto possibile.

La preparazione influisce profondamente sulla resistenza delle faccette dentali nel tempo e inoltre è un fattore da considerare nel quadro della salute dei tessuti molli dei denti interessati. Una preparazione più incisiva permette di applicare faccette dentali meno sottili, adatte a nascondere definitivamente anche gli inestetismi maggiori.

Se occorre effettuare una correzione cromatica vistosa, può rivelarsi fondamentale limare lo smalto fino ad arrivare alla dentina. Esistono però anche casi in cui sono sufficienti le faccette dentali sottili, anche dette no-prep. Quando ciò avviene, la prima fase preparatoria viene evitata.

Faccette-dentali-provvisorie-e-faccette-dentali-definitive-studio-dentistico-dottor-gola-4

Impronta per le faccette dentali

Il secondo step vede l’odontoiatra prendere l’impronta delle arcate dentali del paziente: grazie ad essa svilupperà il calco in gesso per adattare le faccette dentali. Solitamente il dentista, attraverso una siringa, irrora i margini gengivali con materiale fluido da impronta e pone sulle arcate un portaimpronte. Su quest ultimo è presente una sostanza viscosa su cui, dopo qualche minuto, si imprime la traccia dei denti.

Una volta indurita, l’impronta viene sciacquata, asciugata e disinfettata con una soluzione apposita. L’aspetto del calco deve essere fedele al 100% e deve riprodurre non solo i denti, ma anche i tessuti. In tal modo il dentista potrà effettuare l’adattamento e simulare l’adesione delle faccette dentali su una perfetta riproduzione del cavo orale del paziente.

Faccette dentali provvisorie

I denti così limati non vengono però lasciati scoperti, infatti l’odontoiatra applica delle faccette dentali provvisorie in resina. Il paziente dovrà portarle finchè il laboratorio non sviluppa le faccette dentali definitive in ceramica. Ad ogni modo queste protesi provvisorie permettono al paziente di verificare già come sarà l’aspetto finale dei suoi denti e del suo sorriso alla fine del trattamento.

Quindi questa fase è importantissima perchè il paziente può comunicare al dentista di fiducia eventuali opinioni circa l’impatto estetico, la funzionalità e il comfort per eventualmente effettuare modifiche.

Faccette-dentali-provvisorie-e-faccette-dentali-definitive-studio-dentistico-dottor-gola-23

Faccette dentali definitive

L’ultimo step è quello dell’applicazione delle faccette dentali definitive. Il dentista va prima a rimuovere le faccette dentali provvisorie, poi controlla che i denti sottostanti non presentino alcun tipo di residuo e, se ciò si verifica, procede alla pulizia della superficie. In seguito prima appoggia solamente le protesi per verificare che la forma e il colore siano corretti, infine le applica attraverso il cemento resinoso.

L’odontoiatra procede a rimuovere la resina in eccesso dai lati delle faccette dentali qualora presente. Al termine di tutto questo procedimento il paziente potrà mostrare il suo miglior sorriso.

faccette-dentali-tutto-cio-che-ce-da-sapere-studio-dentistico-dottor-gola-1

Faccette dentali: tutto ciò che c’è da sapere

Le faccette dentali possono migliorare la qualità della vita di ognuno di noi, in quanto l’avere un sorriso perfetto ha diverse ricadute positive sui rapporti interpersonali. Dei denti bianchi e allineati sono un ottimo biglietto da visita che ispira fiducia nonchè, nelle giuste occasioni, un’arma di seduzione irresistibile.

Le faccette dentali vengono anche dette faccette estetiche perchè hanno un forte impatto proprio sull’estetica del sorriso. Andiamo a scoprire insieme tutte le caratteristiche di questi elementi.

faccette-dentali-tutto-cio-che-ce-da-sapere-studio-dentistico-dottor-gola-4

Inestetismi e faccette dentali

Partiamo dal capire cosa sono le faccette dentali e quando vengono utilizzate dal dentista di fiducia. Si tratta di un metodo adatto a correggere gli intestetismi presenti nel cavo orale quando altri approcci, come ad esempio lo sbiancamento o le piccole otturazioni estetiche, non si rivelano sufficienti.

Quando occorre operare direttamente sulla forma e la dimensione dei denti si deve ricorrere alle faccette in ceramica. Sono delle lamine sottili che possono anche essere costituite da resine composite e che vengono applicate sui denti anteriori.

Nell’ambito dell’odontoiatria, questa tecnica prevede più sedute poichè il dentista effettua diverse operazioni: anestesia del paziente, limatura dei denti, applicazione delle faccette dentali attraverso l’impiego di un cemento resinoso composito.

faccette-dentali-tutto-cio-che-ce-da-sapere-studio-dentistico-dottor-gola-3

Le faccette dentali additive

Oltre alle classiche faccette dentali ne esiste un tipo di applicazione più facile e rapida, ovvero le faccette dentali additive o no-prep. Questi gusci di ceramica dallo spessore sottilissimo (siamo nell’ordine di 0,3 – 0,5 millimetri) non richiedono la limatura preventiva dei denti su cui verranno applicate, quindi il paziente non viene nemmeno sottoposto ad anestesia.

In ogni caso, le faccette dentali possono essere consiederate una grande innovazione in campo odontoiatrico perchè rappresentano una validissima alternativa rispetto ai trattamenti che prevedevano l’uso di corone totali. Infatti, grazie ai progressi nella ricerca medica, le faccette dentali possono essere applicate anche in scenari molto compromessi quali incisivi fratturati, oppure denti non più vitali.

Tuttavia le situazioni in cui trovano maggiormente utilizzo sono la correzione di discromie, i diastemi, i difetti dello smalto e le anomalie di forma e posizione.

Durata delle faccette dentali

Una delle domande che ci si pone riguarda l’effettiva durata delle faccette dentali e la risposta esatta è che dipende da diversi fattori. Questi ultimi concorrono alla durata ideale che può anche arrivare a più di 10 anni:

  • Professionalità del dentista
  • Qualità dei materiali sia di supporto, che di protesi
  • Costanza del paziente nella cura e nella manutenzione delle faccette dentali.
faccette-dentali-tutto-cio-che-ce-da-sapere-studio-dentistico-dottor-gola-2

Costo faccette dentali

Chiaramente il costo faccette dentali è soggetto a una serie di elementi, come ad esempio il numero delle faccette dentali da applicare e quindi i denti da trattare prima, durante e dopo l’intervento. Inoltre anche la qualità dei materiali scelti dall’odontoiatra può comportare una spesa maggiore o minore tuttavia, in linea di massima, il costo faccette dentali si attesta tra i 600 (faccette dentali in composito) e i 750 euro (faccette dentali in ceramica) cadauna.

Ovviamente un costo faccette dentali inferiore può attirare molte persone, però il risparmio in termini di portafoglio può comportare danni più o meno seri per la salute. Inoltre l’utilizzo di faccette dentali e cemento low-cost determina che tutto il lavoro fatto venga vanificato nel breve termine.

Faccette dentali Vip

Per tantissimi Vip l’aspetto è parte integrante della carriera e il sorriso gioca un ruolo basilare: immaginate un attore che magari sta recitando il ruolo di un playboy piacente e che fa un sorriso ammiccante con i denti tutti storti. Sicuramente non avrebbe l’effetto desiderato.

Ci sono attori, cantanti e showgirl famosissimi che hanno fatto ricorso alle mani esperte del proprio odontoiatra di fiducia, quindi possiamo parlare di faccette dentali Vip. Riconoscerai sicuramente questi attori e personaggi del mondo dello spettacolo.

studio-dentistico-dottor-gola-casteggio-odontoiatria-pavia-dentista-implantologia-ortodonzia-protesi-chirurgia-54

Nuovo Studio Dentistico Dottor Gola

studio-dentistico-dottor-gola-casteggio-odontoiatria-pavia-dentista-implantologia-ortodonzia-protesi-chirurgia-54

Abbiamo il piacere di presentarvi il nuovo Studio Dentistico Dottor Gola.

Finalmente, dopo 20 anni, ci rinnoviamo sia nei locali dello studio, sia nel sito istituzionale. Quest’ultimo è stato realizzato grazie alla collaborazione di Geofelix, agenzia di comunicazione esperta in creazione siti web Pavia.

Speriamo che vi piaccia! Vi aspettiamo anche in studio per aiutarvi a mostrare il vostro migliore sorriso!